skip to Main Content

Crostata di carnevale

Per questo carnevale ho pensato che forse di bugie ne ….. avevo e ripeto(avevo) già fatte troppe.

Non capite male, vi pare che mi metta dir bugie???

Andiamo  su ….. parliamo di cose serie, tipo questa crostata tutta colorata che ricorda un po’ il costume di Arlecchino.

Prendete una base crostate semplice semplice, oppure come questa (senza glutine) e provate a pensare che ogni piccolo rombo che creerete in superficie con i ritagli per le decorazioni potrebbero assumere colori diversi, allora…… che ne pensate, basta cambiare il tipo di marmellata alternandola in base ad una scala di colori che più potrebbe piacervi. sembra più facile a farsi che a dirsi.

Seguitemi e non potrete sbagliare ma soprattutto vi divertirete anche a colorarla.

Vi lascio qui di seguito gli ingredienti per questa Crostata di carnevale (o Arlecchino).

INGREDIENTI PER UNA CROSTATA DI 20 CM

  • 300 G DI FARINA DI RISO
  • 30 G DI FARINA DI MANDORLE
  • 1 UOVO E UN TUORLO
  • 120 G DI BURRO MORBIDO
  • 100 G DI ZUCCHERO SEMOLATO
  • 1 CUCCHIAINO DI ESTRATTO DI VANIGLIA
  • 1 PIZZICO DI SALE
  • MARMELLATE A VOSTRO PIACERE COLORATE O DEL GUSTO CHE PIU’ PREFERITE, IO HO ANCHE AGGIUNTO DELLO YOGURT GRECO E DEL MIELE DI LAVANDA.

PROCEDIMENTO.

IN UNA CIOTOLA (O PLANETARIA)

VERSARE IL BURRO, LO ZUCCHERO, IL TUORLO E L’UOVO INTERO CON L’ESTRATTO DI VANIGLIA.

INIZIARE A MESCOLARE E AGGIUNGERE DELICATAMENTE LA FARINA DI RISO E LA FARINA DI MANDORLE.

LAVORARE TUTTO PER POCHI ISTANTI O COMUNQUE FINO A FORMARE UNA PALLA MORBIDA.

AVVOLGERLA IN PELLICOLA TRASPARENTE  E LASCIARLA RIPOSARE PER 30 MINUTI.

IMBURRARE E INFARINARE UNO STAMPO PER CROSTATE DA 20 CM DI DIAMETRO.

RIPRENDERE LA FROLLA E STENDERLA CON IL MATTARELLO DELLO SPESSORE DI  CIRCA 3-4 mm.

FODERARE LO STAMPO E FORMARE IL CLASSICO BORDO DA CROSTATA DI CIRCA 1.5 cm.

BUCHERELLARE IL FONDO

 

E CON I RITAGLI DELL FROLLA AVANZATI CERCARE DI CREARE DELLE LISTARELLE ABBASTANZA SOTTILI.

ADAGIARLE SULLA CROSTATA IN MODO DA FORMARE UNA GRIGLIA, TIPICA DELLA CROSTATA CLASSICA.

A QUESTO PUNTO UTILIZZARE LE CONFETTURE CHE PIU’ VI PIACCIONO E  DI COLORI DIVERSI POSSIBILMENTE; QUESTO REGALERA’ ALLA VS. CROSTATA UN BEL COLORE ARLECCHINO.

IO PER QUESTA VOLTA HO USATO LA CONFETTURA DI MELOGRANO, DI MIRTILLI, DI CILIEGIE, DEL MIELE ALLA LAVANDA E DELLO YOGURT GRECO.

ACCENDERE IL FORNO A 175°

RIEMPIRE I PICCOLI ROMBI CON UN CUCCHIAINO DI PRODOTTO; NON SPALMATELO, POTRESTE SPORCARE LA GRIGLIA DI FROLLA, MA AL TERMINE DEL LAVORO DI FARCITURA, BATTERE DELICATAMENTE, CON IL PALMO DELLA MANO SOTTO LA TORTIERA E LE MARMELLATE SI LIVELLERANNO E SI SISTEMERANNO PERFETTAMENTE NEI LORO SPAZI.

CUOCERE PER CIRCA 35 min.

CONTROLLARE COMUNQUE IL GRADO DI COTTURA DAL COLORE IN SUPERFICIE DELLA CROSTATA.

QUESTO DOLCE SI CONSERVERA’ PERFETTAMENTE SOTTO UNA CAMPANA PER CIRCA 3 GIORNI.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *