skip to Main Content

Croissant dolce

Era da tanto che volevo scrivere una ricetta della classica Brioche; il famosissimo “Croissant Francese”, quello che mangiamo al bar, per intenderci, una prelibatezza sopraffina.

A dire il vero sono anni che lo preparo, trovo sia la colazione più colazione che ci sia, ma fatto a casa con ingredienti genuini e con le vostre manine sarà mille volte più buono di quello che troverete in qualsiasi bar o pasticceria.

In questa versione ho voluto sperimentare la preparazione base che trovate nella ricetta della Brioche di Conticini , che ho pubblicato qualche giorno fa proprio qui sul mio blog, variando solo qualcosina nella dose del burro e aggiungendo una tazzina di caffè, diminuendo la dose del latte

Visto che quella mega brioche è andata a ruba tra gli amici e chiunque l’abbia assaggiata, ho pensato di cambiarle forma e trasformarla in tanti croissant. Che all’inizio sembrano piccolini ma poi lieviteranno come tante nuvole profumate e dorate.

Che profumo ragazzi!!!!!! Non resisterete e le assaggerete ancor calde!

Vi lascio qui di seguito tutta la descrizione e gli ingredienti. Con questo quantitativo potrete preparare 10 croissant.

Nel caso non vorrete cuocerli tutti subito, potrete anche surgelarli (una volta che avrete formato i cornetti) e quindi prima dell’ultima lievitazione.

Per prima cosa gli ingredienti:

Per l’impasto:

  • 510 g di farina 00
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 40 g di zucchero semolato
  • 110 ml di latte a temperatura ambiente
  • 1 tazzina di caffè espresso
  • 15 g di lievito di birra fresco
  • 3 uova
  • 50 g di burro a temperatura ambiente Lurpak leggermente salato
  • piu’ una noce per imburrare gli stampi

Per le pieghe:

Per la guarnizione:

  • un tuorlo

Per la farcia:

  • 100 g di granella di zucchero.

Per l’impasto:

Nella planetaria versare; zucchero, uova, latte, farina e lievito sbriciolato.

Iniziare ad impastare con il gancio per almeno 5 minuti.

A questo punto unire il burro a fiocchetti e il cucchiaino di sale,

Continuare ad impastare con il gancio fino a quando il burro si sia ben assorbito e  l’impasto sia ben incordato ( io ad esempio l’ho lasciato lavorare per circa 10 minuti),

A questo punto fermare l’impastatrice e coprire con pellicola a contatto.

Lasciar riposare in un luogo tiepido ( io come sempre velocizzo la levitazione mettendo la ciotola in forno con solo la lucina accesa) ci vorrà da 1 a 2 ore.

Mentre l’impasto lievita, mettete tra 2 fogli di carta forno i 250 g di burro e stendetelo fino a dargli la forma di un rettangolo di 20 x 22 cm. Questo servirà per le pieghe della sfoglia. Lasciate raffreddare in frigorifero per almeno 1 ora

Potete riprendere l’impasto e appiattitelo formando un rettangolo di circa 30 x 25cm.

Adagiate al centro il vostro panetto di burro freddo.

ripiegate i lembi dell’impasto verso il centro del panetto formando una chiusura a portafoglio per sigillare per bene il burro all’interno.

Girate la pasta dal lato corto e stendetela con il mattarello fino a formare un rettangolo di circa 60 cm

A questo punto ripiegare a libro portando prima un lato e poi l’altro verso il centro.

Far riposare la pasta in frigorifero per 20 minuti.

Dovrete far questo per 3 volte, sempre stendendola dal lato più corto. Dopo l’ultimo giro di pieghe riprendete la pasta e stendetela formando un rettangolo di 15 x 50 cm.

Cospargete con la granella di zucchero tutta la superficie tranne 3 cm in basso sul lato più lungo.

Prima passare il mattarello sulla granella in modo da far aderire per bene lo zucchero all’impasto.

A questo punto tagliare con un coltello dei triangoli con la base di circa 6-7 cm.

Arrotolarli, partendo dalla base di 6 cm del triangolo fino ad arrivare alla punta.

Adagiarli su di una placca foderata di carta forno, distanziati per bene uno dall’altro, lieviteranno tanto e altrimenti rischierete che si attacchino tra di loro.

Abbiate cura di lasciare la punta rivolta verso il basso, i modo che durante la cottura non si aprano.

Lasciare lievitare ancora almeno 1 ora in forno spento con la lucina accesa (accorcerete i tempi di lievitazione) o altrimenti li lasciate a temperatura ambiente un paio di ore.

Accendete il forno a 200° statico e prima di infornarli, spennellateli con il tuorlo d’uovo.

Cosi a fine cottura avranno acquistato un bel colore dorato.

Cuocere per 5 minuti a 200° poi abbassare la temperatura del forno a 180° e continuare la cottura per altri 20 minuti circa.

Controllare comunque la cottura, regolandosi dal grado di doratura dei vostri croissant.

A questo punto le vostre belle brioche saranno anche buonissime e dovrete solo più sfornare e resistere alla tentazione di assaggiarle prima che raffreddino.

Potrete tenerle chiuse per un paio di giorno manterranno la loro fragranza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *