skip to Main Content

Crostata morbida alle albicocche

Questa crostata morbida,  è così definita perché ci vuole il cucchiaino per mangiarla.

Ha una base frolla morbida che si scioglie al morso e un ripieno di albicocche, panna e cioccolato bianco.

Che dite avete voglia di provare quanto possano essere convincenti delle succosissime albicocche incastonate un questo dolce come fossero diamanti.

Potete utilizzare al posto delle albicocche anche le pesche (l’importante e che non siano troppo mature la frutta con troppa acqua inzupperà  la frolla sottostante)

Vi lascio la lista della spesa:

INGREDIENTI

  • 140 g di farina
  • 80 g di zucchero
  • 60 g di burro morbido
  • 1 tuorlo
  • 30ml di latte
  • mezzo cucchiaino di zenzero e cannella

Per il ripieno:

  • 6 albicocche
  • 2 tuorli
  • 200 ml di panna da cucina
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • cannella un pizzico
  • zenzero un pizzico
  • gocce di cioccolato bianco

Procedimento: Lavorare tutti gli ingredienti insieme e formare un pannetto morbido da riporre in frigo per almeno 2 ore avvolto in pellicola per alimenti.

Preparare il ripieno:

In una ciotola versare le uova, la panna, lo zucchero e le spezie (in questo caso zenzero e cannella).

lavorare tutto con una forchetta per alcuni minuti fino ad avere una pastella cremosa.

Estrarre dal frigo il pannetto e stenderlo con un matterello su carta forno.

Accendere il forno a 180°

Non togliere l’impasto steso sulla carta , ma sistemarlo così direttamente nella tortiera apribile, così non rischiate di romperlo.

Cercando di formare la classica forma della crostata con un bordo alto almeno 3 cm.

adagiarci sopra le albicocche (tagliate a metà lavate e asciugate) con la parte tagliata rivolta verso il basso.

Coprire la superficie e versare sopra il composto di uova e panna.

Distribuire sulla superficie gocce di cioccolato bianco come se piovesse, cioè tutte quelle che volete; per intenderci.

Cuocere per circa 55- 60 minuti.

Sformare e decorare ancora con gocce di cioccolato bianco a piacere.

Servire quando sarà completamente raffreddata.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *